Catalano Danese Inglese Finlandese Francese Italiano Olandese

Progetti finanziati

Attraverso due bandi di finanziamento FRAME, VOICE, REPORT!, il COP ha finanziato 32 progetti implementati da 38 organizzazioni della società civile piemontesi, in collaborazione con più di 50 giornalisti.
I progetti raccontano le cause e gli effetti di fenomeni globali, quali il cambiamento climatico, le disuguaglianze di genere e le migrazioni, con testimonianze raccolte in Italia, Nord Africa, Africa Saheliana e Subsahariana, Medio Oriente, Sud-Est asiatico, Caraibi, Centro e Sud America. I territori raccontati sono quelli in cui le organizzazioni della società civile svolgono le proprie attività di cooperazione internazionale.

FRAME, VOICE, REPORT! è un progetto che mira a migliorare e rafforzare la consapevolezza e l’impegno dei cittadini europei relativamente agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Il 28 febbraio 2019 si è chiuso il secondo e ultimo bando FRAME, VOICE, REPORT! promosso dal Consorzio delle Ong Piemontesi. Su questo sito potete trovare informazioni e documentazione sul bando e sui progetti finanziati.

Il progetto presenta quanto hanno fatto le donne in Ruanda dopo il genocidio, con le loro associazioni e insieme alle istituzioni, per i diritti, la riconciliazione e la pace, fino ad arrivare a importanti forme di emancipazione occupazionale, culturale e politica.

SDG 5 - Parità di genere

Sito dell'organizzazione: www.almaterratorino.org

Si parla poco di migrazioni circolari, ma queste rappresentano una concreta opportunità di scambio di esperienze umane, professionali ed economiche sia per le società di origine sia per quelle di accoglienza. Il progetto MORE dà spazio alle storie e ai volti dei migranti che raggiungono l’Italia e l’Europa attraverso canali legali di migrazione e che contribuiscono, con il loro lavoro e la loro integrazione, alla crescita economica e sociale.

SDG 8 – Lavoro dignitoso e crescita economica
SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze

Sito dell'organizzazione: www.anolf.it

Il progetto affronta l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 5 – Parità di genere a partire dalla descrizione della giornata tipo di una ragazza adolescente del villaggio di Aram (Senegal). Affiancando figure esperte in diversi settori (educazione, agricoltura, salute riproduttiva, micro impresa ecc.) sia della realtà senegalese che di quella piemontese, vengono presentate le difficoltà ma anche le buone pratiche proprie di ogni tematica.

SDG 3 - Salute e benessere
SDG 5 – Parità di genere
SDG 6 – Acqua pulita e servizi igienico-sanitari
SDG 8 – Lavoro dignitoso e crescita economica
SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze

Maggiori info: www.debo-bamtare.com

Sito dell'organizzazione: www.apdam.org

“Kay” in creolo significa casa. È ovvio che la casa, in un Paese come Haiti, letteralmente ridotto in macerie da un catastrofico terremoto, sia il primo e onnipresente problema. Ma la casa non è solo il tetto sopra la testa. È il senso di sicurezza, la fiducia in sé stessi e nelle proprie risorse, il lusso di poter guardare al futuro. Ricostruire, allora, non vuol dire semplicemente rifabbricare un tetto e delle pareti. Può significare anche innovare, reinventare e magari ripristinare tradizioni dimenticate.

SDG 5 – Parità di genere
SDG 8 – Lavoro dignitoso e crescita economica
SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze
SDG 13 – Lotta contro il cambiamento climatico

Maggiori info: www.haitiekokay.com

Sito dell'organizzazione: www.asf-piemonte.org

Partendo da alcune brevi interviste realizzate a Torino che mostrano - senza cattiveria - le lacune culturali dei piemontesi in merito alla realtà bengalese, il reportage approfondisce alcune delle principali piaghe sociali a cui il Bangladesh deve far fronte: i matrimoni precoci, lo sfruttamento della prostituzione, l’immigrazione interna e verso l'estero, i cambiamenti climatici e l'assenza di strutture igienico-sanitarie adeguate per la maggior parte della popolazione.

SDG 3 - Salute e benessere
SDG 5 – Parità di genere
SDG 6 – Acqua pulita e servizi igienico-sanitari

Sito dell'organizzazione: www.ashargan.org

Il crescente ruolo dei cambiamenti climatici sta dimostrando un impatto sempre più forte sulle migrazioni interne e transfrontaliere dei Paesi in via di sviluppo. Tuttavia, ancora non esiste un riconoscimento della condizione dei rifugiati climatici nel sistema di asilo internazionale. Sono persone di cui nelle società del Nord del mondo diventa difficile anche solo percepire la voce. Sono persone che vivono in un limbo. Ma i migranti ambientali ci sono, così come ci sono i cambiamenti climatici, lampanti nelle manifestazioni più drammatiche, silenti nei mutamenti che tuttavia hanno effetti gravi sull’ambiente e la biodiversità.

SDG 6 – Acqua pulita e servizi igienico-sanitari
SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze
SDG 11 – Città e comunità sostenibili
SDG 12 – Consumo e produzione responsabili
SDG 13 – Lotta contro il cambiamento climatico
SDG 15 – Vita sulla terra
SDG 16 – Pace, giustizia e istituzioni solide

Sito dell'organizzazione: www.cambalache.it

Ogni anno almeno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare. Come invertire il corso di questo disastro annunciato? Message form a bottle racconta la semplice quanto innovativa esperienza del riciclo del PET nella città etiope di Awassa. Una catena di reazioni positive che può contagiare un continente.

SDG 11 – Città e comunità sostenibili
SDG 12 – Consumo e produzione responsabili
SDG 13 – Lotta contro il cambiamento climatico

Sito dell'organizzazione: www.cifaong.it

 

Il progetto “Storie invisibili” diffonde narrazioni provenienti direttamente dai rifugiati che possano mettere in luce la forza della società civile e la resilienza dei profughi palestinesi in Libano.
La diffusione di questi messaggi è anche utile per riflettere sulle interconnessioni globali e fare un confronto tra il contesto di accoglienza libanese e quello italiano.

SDG 3 - Salute e benessere

Sito dell'organizzazione: www.cooperazioneodontoiatrica.eu

La regione Afar in Etiopia è la culla dell’umanità. Milioni di anni fa qui ebbe inizio la storia dell’uomo ma oggi si presenta come una delle aree più inospitali del pianeta: una savana inaridita, spesso colpita da durissime siccità.
In Afar, il cambiamento climatico mostra i suoi aspetti più duri. Le piogge si diradano, i fiumi si prosciugano, sparisce l’erba per nutrire gli animali al pascolo.
Il documentario ci porta alla scoperta di questa terra e di questo popolo: aiutarli a contrastare gli effetti del cambiamento climatico è una priorità per garantire il diritto a vivere nella propria terra.

SDG 13 – Lotta contro il cambiamento climatico

Maggiori info: media.lvia.it/hic-sunt-resistentes

Sito di LVIA: www.lvia.it

Sito di Associazione Culturale Eufemia: www.eufemia.eu

The Power of Passport è un progetto giornalistico ed educativo che contribuisce ad aumentare la consapevolezza della cittadinanza piemontese sull’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 10 - “Ridurre l'ineguaglianza all'interno di e fra le Nazioni” e, in particolare, sull’uguaglianza di accesso al diritto alla libertà di movimento tra Stati, sull’urgenza di politiche globali di facilitazione della migrazione regolare e sull’uguaglianza nella distribuzione del reddito all’interno dei paesi.

SDG 1 – Sconfiggere la povertà
SDG 4 – Istruzione di qualità
SDG 5 – Parità di genere
SDG 8 – Lavoro dignitoso e crescita economica
SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze
SDG 16 – Pace, giustizia e istituzioni solide

Maggiori info: www.thepowerofpassport.org

Sito dell'organizzazione:  www.mais.to.it

Ogni anno, nel mondo, 303mila donne perdono la vita per complicazioni legate alla gravidanza e al parto, e per altre 10 milioni diventare madre significa trascinarsi malattie e infezioni per tutta la vita. L’Africa sub-sahariana, da sola, pesa per il 66%. Qui, per una donna, un evento naturale come la maternità può trasformarsi in un’avventura imprevedibile, come attraversare un fiume ignoto. “Crossing the river” racconta il lavoro quotidiano di donne professioniste della salute in Africa Subsahariana e dei loro sforzi per garantire il diritto alla salute nelle proprie comunità.

SDG 5 – Parità di genere

Maggiori info: www.mediciconlafrica.org/gruppo-piemonte

 

In Senegal i cambiamenti climatici sono causa di grandi problemi all’ambiente, alle persone e all’agricoltura: drastica diminuzione delle piogge, aridità diffusa nel nord, innalzamento del livello del mare, salinizzazione delle acque e diminuzione delle mangrovie, acidificazione dei terreni nel sud del paese. La riscoperta della coltivazione del fonio, uno dei cereali più antichi dell’Africa sub-sahariana, può essere una risposta alle sfide del cambiamento climatico?

SDG 2 – Sconfiggere la fame
SDG 12 – Consumo e produzione responsabili
SDG 13 – Lotta contro il cambiamento climatico

Sito dell'organizzazione: www.nutriaid.org

Nel 2018 l’Oba Ewaure II, importantissima autorità religiosa nigeriana, condanna tutti i riti atti a soggiogare le ragazze e costringerle alla prostituzione, annullandone di fatto il valore. La notizia si diffonde rapidamente tra le vittime di tratta e le loro sfruttatrici. Tante giovani donne trovano il coraggio di fuggire.
È forse l’inizio di una rivolta di massa delle schiave della tratta, documentata dal progetto “The Oba Release” di Piam Onlus.

SDG 5 – Parità di genere
SDG 8 – Lavoro dignitoso e crescita economica
SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze
SDG 16 – Pace, giustizia e istituzioni solide

Sito dell'organizzazione: www.piamonlus.org

Attraverso il racconto empatico dell’esperienza personale di alcuni migranti partiti o transitati dal Mali e altri già arrivati fino al confine tra Italia e Francia, si crea un legame diretto e “umano” fra un’ampia audience europea e i migranti subsahariani, creando consapevolezza sul processo di esternalizzazione delle frontiere dell’Unione Europea a sud del Sahara e cercando di spiegare le tensioni all’interno dell’Europa stessa.

SDG 5 – Parità di genere
SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze
SDG 13 – Lotta contro il cambiamento climatico
SDG 16 – Pace, giustizia e istituzioni solide

Maggiori info: www.storieinterrotte.it
Sito di Rainbow for Africa Onlus: www.rainbow4africa.org
Sito di Cooperativa Orso: www.cooperativaorso.it

Lontano dai confini, un webdoc interattivo che riflette sul tema del diritto alla mobilità e sulle ragioni profonde che portano le persone a partire, a decidere di rimanere dove sono, a ritornare, attraverso un percorso a bivi, fatto di interviste, dati, immagini, parole.
Lontano dai confini è quindi una lettura contemporanea che tiene insieme storie personali e riflessioni universali, problemi attuali e ragioni storiche, per provare a cambiare la narrazione a senso unico sul tema delle migrazioni e aiutare a comprendere più a fondo un fenomeno complesso.

SDG 10 – Ridurre le disuguaglianze
SDG 17 – Partnership per gli obiettivi

Maggiori info: www.lontanodaiconfini.info

Sito dell'organizzazione: www.renken.it